Beauty tips

Vuoi avere un sorriso splendente? Attenta alle soluzioni fai da te e all’alimentazione

Il 50% degli italiani è insoddisfatto del colore dei propri denti: in circa 120.000 desiderano un sorriso più bianco e ricorrono a trattamenti ad hoc per raggiungere l’obiettivo, tanto che l’incremento del mercato dei trattamenti è del 15% ogni anno. Il valore economico di questo settore è di circa 30 milioni di euro, mentre più di 1 miliardo viene speso in dentifrici, collutori, gel e prodotti legati all’igiene dentale.

I pericoli che si celano dietro ai trattamenti sbiancanti fai da te

 La conquista di un sorriso splendente talvolta rischia di essere più cara di quanto si creda, a causa delle conseguenze non considerate che i trattamenti fai da te possono provocare sullo smalto dei denti.

Spinti dal desiderio di un sorriso da star vengono sottovalutati i danni che alcune sostanze e agenti chimici possono arrecare ai denti. Ad esempio molti conosceranno il potere smacchiante e sbiancante del bicarbonato, ma chi lo usa per ottenere un sorriso più candido danneggia lo smalto: il bicarbonato agisce come un abrasivo e graffia.

Anche ricorrere a dentifrici fai da te contenenti microgranuli è pericoloso. I prodotti in commercio, infatti, sono sottoposti a minuziosi controlli e la dimensione dei granuli è tale da non avere effetti negativi sullo smalto, mentre non si può affermare lo stesso per le soluzioni casalinghe. Per sbiancare i denti spesso la via migliore è utilizzare prodotti studiati appositamente per ripristinare lo smalto dei nostri denti, come il dentifricio ripara smalto di Biosmalto, e adottare una buona routine d’igiene quotidiana, oltre che rivolgersi regolarmente ad uno specialista per un trattamento professionale.

L’importanza di una corretta alimentazione

L’alimentazione può essere parte attiva nella strategia per ottenere un sorriso più bianco. Esistono cibi che aiutano a mantenere il candore dei denti e altri che tendono a macchiarli, soprattutto se si eccede nel loro consumo.

Il caffè non è l’unico alimento che macchia e ingiallisce la dentatura, cibi e bevande ricche di molecole colorate si comportano in modo analogo, tra questi spiccano i frutti di bosco e la soda. Inoltre alimenti con un’elevata concentrazione di tannini come il vino rosso e il the nero hanno un effetto analogo.

Bisogna poi porre attenzione anche all’aceto balsamico, alla salsa di soia e a quella di pomodoro, dopo la loro assunzione è consigliabile lavarsi i denti, spazzolandoli con cura per rimuovere i pigmenti che contribuiscono a rendere i denti più scuri.

Esistono però anche cibi amici dei denti bianchi. Il sedano, grazie alla sua consistenza fibrosa, aiuta a pulire di denti mentre si mangia e a mantenere sane le gengive. Anche la consistenza croccante delle mele favorisce l’eliminazione di residui di cibo responsabili delle macchie sui denti e l’ananas ha il suo interno un potente enzima, il bromelain, dal potere sbiancante. Infine anche latte e formaggi a pasta dura svolgono un’azione preziosa: proteggono dall’erosione dello smalto, neutralizzano il PH acido della bocca e aiutano ad eliminare residui di cibo.


Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook