Beauty news

Impossibile farne a meno: burrocacao,emollienti labbra e lip balm

Vi avevo accennato della mia ossessione per emollienti labbra, burrocacao e simili e proprio oggi facendo un po’ di ordine tra le borse e le trousse  sono saltati fuori i prodotti che in questo periodo uso maggiormente, così ho pensato di documentare la cosa con un post. A parte il Baume Levres al miele di Nuxe di cui vi ho già ampiamente parlato utilizzo da un anno circa un altro lip balm in vasetto, è Aquamilk di Lancaster, un balsamo protettivo acquistato nel reparto cosmesi de La Rinascente su insistenza di una promoter. Il prezzo lì per lì mi era sembrato un po’ eccessivo, 17 euro, ma a distanza di oltre un anno devo dire che mi sono ricreduta, l’ho usato tantissimo soprattutto in estate, ne basta davvero poco e non è ancora finito.

 In borsa preferisco portare gli stick che sono più pratici:  il cambio borsa è traumatico quindi onde evitare di restare senza, ne lascio sempre nel taschino uno: ottimo il balsamo labbra Vegetale all’olio di Argan che ho preso nel corner I Provenzali della Upim è bio ed è un vero ristruturante per labbra che tendono a seccarsi e screpolarsi. Il lip balm Burt’s Bees era nella trousse omaggio di un volo per Los Angeles, sapete quei kit con mascherina, spazzolino e dentifricio che regalano le compagnie aeree durante i voli intercontinentali? Non conoscevo la marca ma appena l’ho provato in volo me ne sono innamorata perchè appena si applica sulle labbra la sensazione di fresco è immediata, merito della menta piperita, ma contiene anche cera d’api,rosmarino e varie erbe officinali e soprattuto non è testato sugli animali ed è 100% naturale;  Burt’s bees è una rinomata marca canadese e su www.iloveburt.com, si possono acquistare i prodotti che vengono spediti dall’Inghilterra con tempi di consegna di circa 10 giorni.

La marca Carmex invece l’ho scoperta  a Londra: c’erano qualcosa come -2 gradi, era il boxing day, il nosto Santo Stefano che in Inghilterra coincide con l’inizio dei saldi e mi ero letteralmente congelata aspettando di entrare nei negozi di Oxford Street che avevanoall’ingresso file chilometriche, in borsa on riuscivo a trovare il mio burrocacaco così ala cassa di Urban Outfiters ho preso questo che mi ha dato sollievo immediata, unico neo non ha esattamente quello che si definisce un Inci green, ma specialmente in montagna mi è stato utilissimo e lo uso soprattutt in inverno perchè molto pastoso. La versione alla fragola l’ho presa quando mi trovavo a San Francisco in una sorta di negozio della serie “tutto 99 cent” costava così poco e l’odore mi ricordava i lucidalabbra alla frutta che usavo da ragazzina, che l’ho preso, anzi li ho prsi…una decina.

 Alla mia collezione di stick si aggiunge anche lo Stick labbra Cedro e Lime di Planter’s, nutriente e protettivo che ha un odore fresco e gradevolissimo, questo lo tengo nel cassetto del comodino in camera da letto, credo rappresenti ormai il gesto conclusivo di ogni giornata stenderne un po’ sulle labbra prima di andare  a dormire.

Il Labello non è il mio preferito, questo rosa Pearl and Shine però me lo ha regalato un’ amica e ci sono affezionata, lo uso quando dimentico di mettere il gloss perchè ammorbidisce le labbra e le rende perlate e leggermente rosate.

Sono sicura che se mi mettessi a cercare meglio salterebbero fuori altri stick, ma per il momento questi sono gli alleati più fedeli delle mie labbra.


Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook

LEGGI ANCHE…

Leggi anche gli altri Blog

Trend and The City Beauty and The City Life and The City

Categorie